Tutti i numeri di Trento Smart City

Tutti i numeri di Trento Smart City

19 aprile 2018 Press 0

Si è chiusa domenica la seconda edizione di Trento Smart City, la kermesse che ha visto protagonista il sistema trentino dell’innovazione. Sono stati 4 giorni di iniziative, tavole rotonde, workshop, presentazioni, per toccare con mano i servizi e le iniziative smart, cioè innovative, facili ed intelligenti. Ecco tutti i numeri dell’evento.

Sono state 4 le giornate dedicate all’evento, 1 l’anteprima, 5 le sezioni: smart city in Piazza Duomo, smart city al MUSE, smart city partecipa, smart city in mostra e smart city oltre la piazza.
5 le tipologie di proposte: smart land, smart citizens, smart solutions, smart people e smart & co con idee e appuntamenti proposti dalle realtà del territorio.
Sono stati oltre 140 gli eventi180 i relatori coinvolti. 2 le sale per i talk, 6 gli stand espositivi attivati dal Comune di Trento, dalla Provincia autonoma di Trento, da Azienda sanitaria, Trentino Salute, da Trentino Network, Fondazione Bruno Kessler, da Università di Trento, da Consorzio dei Comuni trentini, dal MUSE che hanno visto un continuo afflusso di visitatori.
File continue per tutti e 4 i giorni per il kit del cittadino digitale, messo a disposizione gratuitamente grazie alla collaborazione di Aruba PEC. Sono stati 781 i cittadini che lo hanno attivato, ottenendo così le credenziali SPID, PEC e firma digitale remota.
Tra i servizi più richiesti la trasformazione della propria tessera sanitaria in carta provinciale dei servizi e l’installazione della App TreC_FSE. In 4 giornate, da giovedì a domenica, sono state 279 le Carte dei servizi attivate. Tra questi 173 cittadini hanno attivato la security card, ovvero l’accesso senza lettore e pc configurato, in mobilità. Durante l’attivazione il personale ha illustrato ai cittadini il funzionamento dell’intero sistema , mostrando in tempo reale come accedere ai servizi, e utilizzando anche la postazione demo per spiegare a gruppi di cittadini come navigare nel portale www.servizionline.trentino.it e conoscere e usufruire dei servizi presenti.
Presso lo stand di TrentinoSalute4.0 sono stati 555 i cittadini trentini a cui sono state consegnate le credenziali per installare l’App TreC_FSE. Di questi, sono 277 i cittadini che sono usciti dallo stand con l’App TreC_FSE attiva sul proprio smartphone.
I cittadini hanno anche avuto inoltre la possibilità di attivare l’EuregioFamilyPass. Lo Sportello Famiglia, presente a Smart City nelle giornate di giovedì e venerdì, ha stampato 49 tessere e attivato direttamente allo stand 20 nuovi utenti.
Tra le 45 idee presentate nei mesi scorsi, 26 sono state selezionate e inserite nel calendario di Trento Smart City. In questi giorni è così stato possibile incontrare i protagonisti dell’innovazione privata locale e le loro start up di successo.
Per la sezione “Smart Solutions” le aziende che hanno partecipato sono state 16 in altrettanti eventi (CRF, FEM, Ecospazio, Innovie, Nevicam, OpenMove, Algorab, Movalia, I&S Informatica e Servizi, Tecso, Posit, Treos, Axians, Comitato per lo sviluppo dell’ecosistema ICT trentino, Autostrade Tech, Gpi), in media 50 partecipanti per appuntamento; tra i temi proposti: la mobilità elettrica condivisa, sistemi di bigliettazione per il trasporto pubblico, l’accesso alle energie alternative, tecnologie varie per i diversi servizi di trasporto, soluzioni per la raccolta dei rifiuti.
Anche gli studenti sono stati protagonisti di Trento Smart city: 33 i ragazzi coinvolti attraverso i tirocini alternanza scuola/lavoro e 2 gli stagisti, studenti dell’Università di Trento.
Un’evento smart comunicato attraverso una ventina di comunicati stampa, il sito www.smartcityweek.it (19.938 gli accessi unici) e gli immancabili social (Twitter, Instagram, Facebook).
2  le sfide di partecipazione per tutta la città CLIMB e Tag Cloud. La Fondazione Bruno Kessler ha portato in piazza l’esperienza di CLIMB, soluzione ludico-didattica già attiva in numerose scuole di Trento. L’obiettivo, raggiunto, era quello di raggiungere virtualmente la città di Wuxi, in Cina partendo da Trento e percorrendo l’antica via della seta con il coinvolgimento dei cittadini e dei visitatori che nei giorni di Trento Smart City Week hanno scelto una mobilità sostenibile. 
Con Tag Cloud-voce ai cittadini le voci catturate nel corso dei vari appuntamenti, le interviste dei partecipanti ai microfoni dello stand di Fbk, ma anche i commenti postati sui social network con l’hashtag #trentosmart sono stati elaborati generando dinamicamente una nuvola di concetti capace di riassumere i principali argomenti trattati (http://www.smartcommunitylab.it/tscw/tagcloud).
14 infine i luoghi di Trento Smart City: Piazza Duomo, il MUSE, Trento Fiere, il Cimitero monumentale, la Biblioteca Comunale, Artigianelli C-Lab, Università di Trento (Polo Ferrari) e Cibio, il MART di Rovereto, TSM in via Giusti, il Centro di Protonterapia, Impact HUB, Parco di Melta e la terrazza di Sardagna.
Trento Smart City Week è un progetto condiviso da 6 enti promotori: Comune di Trento, Provincia autonoma di Trento, Università degli Studi di Trento, IEEE – Institute of Electrical and Electronics Engineers, Consorzio dei Comuni Trentini e Fondazione Bruno Kessler.
Sono stati 2 gli sponsor dell’evento Autostrada del Brennero e Eit Digital. L’evento è stato possibile, oltre al fondamentale apporto degli sponsor, anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Trento e Rovereto, di Cassa Centrale Banca e della Cassa rurale di Trento. A Trento Smart City hanno partecipato 11 realtà partner, ovvero l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, l’APT Trento – Monte Bondone-Valle dei Laghi, il MUSE, la Fondazione Museo storico del Trentino, Trentino School of Management, IPRASE, HIT, il Mart di Rovereto, Impact Hub Trentino, l’Istituto Pavoniano Artigianelli e Speck & Tech. Trento Smart City è realizzata con il patrocinio dell’Anci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *